Jaguero pubblicano “Worst Weekend Ever”, l’incredibile EP di debutto.

Dopo aver svelato le carte con due singoli d’impatto, i vicentini Jaguero escono allo scoperto con il loro EP di debutto, “Worst Weekend Ever”, pubblicato in collaborazione con Epidemic Records.

ASCOLTA L’ALBUM:

I quattro amici si sono inventati, durante una serata di baldoria, il nome “Jaguero”, una folle unione tra un animale selvatico e un giocatore di calcio. Si sono subito innamorati di questa idea, immaginando “Jaguero” come un lottatore di lucha-libre, che passa la sua vita tra l’oscurità e la gloria.

I quattro provengono da esperienze disparate: Slander (Matteo Marangoni), La Fortuna (il progetto solista di Andrea Cichellero) e Regarde (Guido Dal Prà e Andrea Campesato Segnini). In questo EP mescolano non solo le sonorità di riferimento dei vari percorsi artistici, ma anche i propri variegati gusti musicali.

La band commenta:
“Le influenze ambient del progetto solista di Andrea, La Fortuna, danno ai Jaguero piccoli ma importanti tratti che caratterizzano le canzoni. Il suo gusto musicale è estremamente ampio: dal jazz anni ’50 al punk rock moderno, dalla canzone tradizionale italiana all’hardcore, e altro ancora. Jaguero è il luogo in cui questa gamma di ascolti converge in un equilibrio tra caratterizzazione della canzone e aggressività.
Se la storia di Matteo con gli Slander non ha bisogno di presentazioni, le sue influenze old-school danno un carattere netto alle sezioni più pesanti delle canzoni, con particolare attenzione ai testi: urla, riffing massiccio e frasi dirette sono presenti grazie a lui.
Ultimi ma non meno importanti, Guido e Andrea definiscono una solida sezione ritmica: entrambi focalizzano la loro attenzione su piccoli dettagli delle canzoni, non solo sul proprio strumento ma soprattutto per quanto riguarda la direzione generale della canzone.”

Nel frattempo, i loro Regarde sono attivi, con un solido background di otto anni di live e diversi dischi: due full length, due EP e uno split. Intraprendendo una strada parallela con il progetto Jaguero, entrambi hanno sentito l’urgenza di andare verso un’atmosfera più diretta e punk, scrivendo canzoni veloci che vanno a colpire direttamente l’ascoltatore.

Ma il motto qui è piuttosto semplice: divertirsi molto e zero stress.
Sia Regarde che La Fortuna sono ancora in attività, mentre Matteo (Slander) si sta concentrando completamente sulla sua carriera di tatuatore. Tra vita, lavoro e altri progetti, i quattro di Vicenza vogliono suonare e godersi ciò che la musica può dare a loro e agli altri. Questo EP nasce dall’estrema urgenza di suonare canzoni a tutto volume, dopo una lunga pausa dai concerti dal vivo.

A consolidare il tutto, il magistrale lavoro di Maurizio Baggio de La Distilleria, studio di registrazione rinomato per questo genere di sonorità.
E a raccogliere la sfida e lanciare i Jaguero verso nuovi ascoltatori c’è l’amico di vecchia data Gab De La Vega, alla guida di Epidemic Records, che sta giocando un ruolo centrale nel portare Jaguero attraverso i canali giusti.

“Worst Weekend Ever” è disponibile su tutte le principali piattaforme digitali al link www.smarturl.com/JagueroWWE

Facebook
Instagram
www.epidemicrecords.net

Addio a Calvin, cantante dei Grand Collapse.

Ciao amici di Epidemic Records.
Qui Gab. Mi ci è voluto qualche giorno per scrivere questa cosa.
Purtroppo Cal, cantante dei Grand Collapse, ci ha lasciato improvvisamente una decina di giorni fa. La notizia è stata uno shock.
Molti di voi hanno dimostrato di apprezzare la sua band e ho trovato giusto condividerlo con voi.
Di seguito trovate il testo di un post che ho fatto sui social media quando ho ricevuto la notizia, l’ho tradotto in Italiano. Forse vi aiuterà a capire quanto Cal fosse una persona speciale.

Se qualcuno di voi avesse fatto il preorder della seconda stampa di “Empty Plinths” dei Grand Collapse, che avevamo annunciato giusto pochi giorni prima della sua scomparsa: sto mettendomi in contatto con gli altri componenti della band e con TNS Records e Dusty Wax, le altre etichette impegnate in questa ristampa. Non appena capiremo cosa accadrà vi daremo aggiornamenti. In caso salti tutto, procederò a rimborsare qualsiasi preorder effettuato.

Grazie per l’attenzione e la comprensione.
A presto
Gab

ADDIO CAL.

Sono devastato dalla triste notizia che ho ricevuto oggi. Sto scrivendo questo dal profondo del cuore e mi sembra così assurdo parlarne oggi. Sono ancora sotto shock e non riesco a crederci.

Ho incontrato Cal a Berlino nel 2013. Ero in tour e lui era in tour con Grand Collapse. Ci siamo incontrati nel locale e abbiamo capito che avevamo diversi amici in comune, ma soprattutto che venivamo dalla stessa tribù. Sono rimasto assolutamente impressionato dalla sua band e dalla loro performance dal vivo. Siamo diventati amici quella sera e siamo rimasti in contatto.

Mi ha organizzato un concerto a Bristol nel 2015 e sono stato a casa sua. Ricordo quel giorno come uno dei migliori di quel tour.
Mi chiese: “Vuoi guidare o andare a piedi al locale?”. Disse che era abbastanza vicino, quindi pensai che sarebbe stato bello fare una passeggiata e chiacchierare lungo la strada. In realtà era abbastanza distante, soprattutto quando devi portarti una chitarra in una custodia rigida, ma forse era una distanza breve per i suoi passi da gigante. “Tipico di Cal” immagino che direbbero alcuni dei suoi amici più stretti. Però avemmo la possibilità di chiacchierare lungo la strada e ho avuto un’altra occasione di sperimentare quanto Cal fosse estremamente divertente e intelligente. Portare la mia chitarra attraverso Bristol per arrivare al locale fu compensato dall’entusiasmo genuino di Cal per il fatto che fossi lì e fu la decisione giusta cedere un po’ di comodità in cambio di quel momento che ora risuona come unico e indimenticabile.

Purtroppo non ci siamo incrociati nella mia seconda volta a Bristol nel 2018 (credo fosse in tour con la band), ma l’anno scorso le nostre strade si sono incrociate di nuovo, quando mi ha chiesto di unirmi ad altre belle etichette per la pubblicazione di Grand Collapse “Empty Plinths” con la mia etichetta Epidemic Records.
Un album incredibile, in cui Cal dimostra di essere stato un ottimo cantante e paroliere. Ero lusingato.
Siamo stati in contatto costante negli ultimi due anni, lavorando su interviste, promozione, distribuzione e tutte le cose che si fanno quando si lavora insieme a un progetto del genere.
La nostra lontana ma costante amicizia si è trasformata in una stretta collaborazione e il suo entusiasmo contagioso per quel capolavoro di un album corrispondeva alla mia gioia di farne parte, specialmente dopo questi ultimi due anni.

Oggi sono sotto shock. Non posso credere che se ne sia andato. L’ultima volta che abbiamo parlato era 10 giorni fa.
Mentre sto scrivendo questo, probabilmente non mi sono ancora resa conto pienamente di ciò che è appena successo, ma so che farà male per molto tempo, se non per sempre.
Non riesco a trovare parole migliori di queste per far uscire il mio dolore. Era una vera leggenda, un essere umano incredibile e un amico gentile.
Il mio affetto va ai suoi compagni di band, alla sua famiglia e agli amici e a tutti coloro che hanno avuto la possibilità di incontrarlo. Era veramente unico nel suo genere e mi sento onorato di averlo potuto chiamare un buon amico.

Addio Cal, sarai sempre uno dei migliori.
Gab

Social links:

Facebook: https://www.facebook.com/GrandCollapse

Instagram: https://www.instagram.com/grandcollapse/

Gab De La Vega: Tour Europeo e partecipazione al Lost Evenings Festival di Frank Turner

Gab De La Vega era stato costretto ad annullare e rimandare il tour acustico in Austria, Germania, Paesi Bassi e Belgio lo scorso Novembre / Dicembre, a causa di un peggioramento della situazione che negli ultimi anni ha caratterizzato ormai ogni avventura on-the-road per qualsiasi musicista.
Le date sono state però riprogrammate tutte per la metà di Maggio.

12 Maggio – Innsbruck, A – Wohnzimmer
13 Maggio – Nürnberg, D – Projekt 31
14 Maggio – Wiesbaden, D – Tagwerk
15 Maggio – Aachen, D – Lolaparoli
16 Maggio – Bergen Op Zoom, NL – Vader Huiskamer
17 Maggio – Münster, D – Black Heaven Skate Shop
18 Maggio – Duisburg, D – Stapeltor
19 Maggio – Solingen, D – Wohnzimmer
20 Maggio – Ranst, B – Kapel Van De Pastorij
21 Maggio – Sankt Wendel, D – Zur Tränke
22 Maggio – Karlsruhe, D – Cafè Noir

Ma la settimana è stata densa di annunci importanti.
Oltre alle date soliste in acustico di Maggio, è arrivata la conferma ufficiale della partecipazione al Lost Evenings Festival a Berlino, in formazione full band.
L’evento itinerante di Frank Turner doveva tenersi nel 2020 ma con l’arrivo della pandemia era stato annullato. Ma l’invito del cantautore britannico è rimasto valido e dopo due anni è arrivato liberatorio e attesissimo l’annuncio pubblico che vedrà Gab De La Vega and The Open Cages salire sul Nick Alexander stage del Columbia Theater di Berlino il prossimo 15 Settembre. Info e biglietti: https://lostevenings.info

Gab De La Vega negli ultimi 6 mesi ha pubblicato due singoli, “We Could Be Anything” brano in acustico e “Demons of Tomorrow”, pezzo full band.
Al momento si trova in studio per registrare un nuovo album e sta lavorando al booking di un altro tour che verrà annunciato in primavera inoltrata.

Link

Gab De La Vega:
www.facebook.com/gabdelavegamusic
www.instagram.com/gabdelavegaxvx
www.linktr.ee/gabdelavega

Jaguero pubblicano il nuovo singolo “Negative, Awesome!”

Dopo “Mild Safari”, il singolo di debutto del supergruppo con membri di Slander, Regarde, La Fortuna, arriva “Negative, Awesome!”, il nuovo singolo dei vicentini Jaguero.

La band punk rock svela un altro tassello del primo EP, prodotto da Maurizio Baggio presso La Distilleria di Bassano del Grappa, in uscita in Aprile per Epidemic Records su tutte le piattaforme digitali.

ASCOLTA IL SINGOLO:

I Jaguero commentano dicendo:
“Il nostro nuovo singolo “Negative, Awesome!” tratta il concetto di equilibrio: ogni giorno, tutti noi affrontiamo i nostri impegni, i nostri hobby, i nostri lavori, fingendo che tutto vada bene e che questa routine ci vada bene. In realtà, tutto questo ci sta lentamente consumando, e siamo così assorbiti da questo processo che non siamo in grado di svegliarci e rendercene conto.
Va bene accettare anche la parte negativa di noi stessi, perché coesiste perfettamente con quella positiva. Questo è proprio quello che siamo: uno spettro complesso che va da un lato luminoso a uno più oscuro.”

Negative, Awesome! è uscito in digitale, lo trovate qui:
www.smarturl.com/JagueroNA

Potete seguire i Jaguero sui social per restare aggiornati sulle attività della band e sull’uscita dell’EP.
Facebook
Instagram
www.epidemicrecords.net

Il 25% del nostro Ricavato in Solidarietà con la Popolazione Ucraina!

IL 25% DEL NOSTRO RICAVATO IN SOLIDARIETÀ CON LA POPOLAZIONE UCRAINA!

www.epidemicrecords.net/store

Epidemic Records accetta l’invito dei nostri amici e colleghi di Sabotage Records e Refuse Records e si unisce a una lista internazionale di etichette e artisti a sostegno della popolazione ucraina. Ecco la dichiarazione congiunta.

“L’attuale livello di brutalità nel mondo è scioccante e ci lascia senza parole. Per quanto tutto ciò sia incomprensibile, non possiamo abbandonarci allo stato di shock. Dobbiamo trasformare la nostra mancanza di parole in grida di protesta. È il momento di dare voce alla nostra rabbia e combattere le condizioni del mondo che ci fanno star male e che uccidono le altre persone. È ora di prendere posizione!
Non possiamo perdere la nostra solidarietà in questo mondo così crudo e freddo, perché è la nostra arma nella lotta per un’esistenza umana.
Per essere solidali con le persone che vivono in Ucraina e le persone che sostengono alle frontiere, noi – un collettivo di etichette discografiche DIY / Band di tutto il mondo – doneremo il 25% dei nostri proventi nella prossima settimana ai seguenti gruppi e organizzazioni .Per sostenere gruppi indipendenti e progressisti abbiamo intenzionalmente scelto di non includere nessuna ONG statale e privata.
Perché la nostra è una lotta collettiva.
Può sembrare poco, ma è un inizio!
”

Elenco degli attivisti:
UCRAINA:
OPERAZIONE SOLIDARIETÀ
Organizzazione orizzontale di volontariato in Ucraina.
https://bit.ly/3sJKSvg

POLONIA:
GRUPA GRANICA
https://bit.ly/3pEi9WZ
FUNDACJA OCALENIE
https://bit.ly/3KgZ1WB
161 CREW
https://bit.ly/3MApmRI
NO BORDERS TEAM
https://bit.ly/3sGQTsI

GERMANIA:
ABC DRESDEN
Gruppo di solidarietà tedesco che raccoglie soldi per l’operazione solidarietà

SLOVACCHIA:
PERSONE IN DIFFICOLTÀ
https://bit.ly/3ChvSbl

Grand Collapse: Empty Plinths LP, nuovi colori del vinile, preorder aperti!

GRAND COLLAPSE Empty Plinths LP Nuove varianti vinile colorato – Seconda Stampa – PREORDER!

PREORDER NOW! 4 BUNDLES, 3 NUOVE VARIANTI.

https://www.epidemicrecords.net/store/20-preorder

HARDCORE PUNK DAL REGNO UNITO, PER FAN DI PROPAGANDHI, BANE, CONFLICT!

Rimangono poche copie della prima stampa, 2 versioni colorate o nero del disco dei Grand Collapse. In UK è già sold out! Non sono tantissime copie a disposizione, quindi affrettatevi!
Oltre ai Grand Collapse, vi consigliamo di dare un’occhiata anche alle altre uscite Epidemic Records. Le trovate sullo store nella sezione dedicata e in streaming in ascolto su Bandcamp e tutte le piattaforme digitali!


ORDINA IL VINILE – PRIMA STAMPA, ULTIME COPIE!
https://www.epidemicrecords.net/store/12-vinyl/2166-grand-collapse-empty-plinths-lp.html

ASCOLTA SU BANDCAMP
https://epidemicrecordshc.bandcamp.com/album/grand-collapse-empty-plinths

ASCOLTA SU SPOTIFY:
https://bit.ly/GrandCollapseEmptyPlinthsSpotify

La band hardcore punk di Bristol Grand Collapse pubblica il nuovo album “Empty Plinths”. Il disco segue due LP e un EP e si presenta come un vero capolavoro per una band che dimostra di trovarsi in forma più che smagliante.

Il loro caratteristico suono hardcore punk è arricchito e potenziato da alcune influenze thrash, mosh e rock, che creano, insieme ai loro testi diretti e intelligenti dai contenuti politici e sociali, un mix esplosivo per tutti i fan di band come Propagandhi, Conflict e Bane.

Il titolo dell’album si riferisce a fatti storici recenti accaduti nella loro città, Bristol, che hanno risuonato e continuano a risuonare in tutto il Mondo. Cal, il cantante, spiega:

“Nel maggio 2020 la protesta di Black Lives Matter a Bristol ha portato i manifestanti a rimuovere la statua di Edward Colston, mercante di schiavi del XVII secolo, dal suo plinto nel centro della città e a gettarla nel porto. Questo fu un giorno importante nella storia di Bristol e un’azione alla quale sono statofelice di  assistere. Ha scatenato reazioni in tutto il Mondo che  stanno portando le persone a partecipare attivamente anche all’aspetto visivo delle proprie città e comunità, rimuovendo queste reliquie che rappresentano la tirannia e la prevaricazione.
Abbiamo Chiamato l’album Empty Plinths sulla scia di quel giorno, con il desiderio di poter vivere un paesaggio urbano senza questi monumenti di personaggi non degni di essere celebrati. Abbiamo iniziato a scrivere il disco nel 2019 e ne abbiamo scritto la maggior parte quell’inverno nel 2020 in un momento in cui la tensione socialenel Regno Unito stava raggiungendo l’apice. Penso che questo stato d’animo si rifletta nel disco, che ha un suono molto più scuro ed è in generale un album più pesante rispetto al nostro solito. Siamo davvero felici di come sia riuscito e dobbiamo ringraziare Lewis Johns per aver collaborato ancora una volta con noi con questi risultati e per aver ottenuto il suono che volevamo. L’album include  alcuni colpi di scena e speriamo che lo troverete interessante dall’inizio alla fine. È decisamente un concentrato di musica rabbiosa”.

L’album è pubblicato da Epidemic Records, TNS Records, Don’t
Trust The Hype Records
, Mass Prod., Urinal Vinyl su vinile ed è disponibile su tutte le piattaforme digitali.
La band si sta preparando per una serie di concerti nel Regno Unito per promuovere l’album e tornerà in tour in Europa il prima possibile.

Social links:

Facebook: https://www.facebook.com/GrandCollapse

Instagram: https://www.instagram.com/grandcollapse/

Jaguero: ascolta Mild Safari, il singolo di debutto della band con membri di Slander, Regarde, La Fortuna.

Una nuova punk rock band composta da vecchie conoscenze è nata nel cuore del Veneto.
Composti da membri di Slander, Regarde e La Fortuna, i JAGUERO debuttano con il primo singolo “Mild Safari”, biglietto da visita che anticipa il primo EP del gruppo, prodotto da Maurizio Baggio presso La Distilleria di Bassano del Grappa, in uscita in Aprile per Epidemic Records su tutte le piattaforme digitali.

ASCOLTA IL SINGOLO: www.smarturl.com/JagueroMS

La band presenta il singolo dicendo: “Mild Safari si immerge profondamente nella fine di una relazione, causata da una partenza imminente. Elaborando collettivamente il tutto durante un fine settimana incasinato, l’unica soluzione sembra essere abbracciare tutte le emozioni e apprezzare davvero quello che si aveva. Basta dire ciò che si pensa in modo puro, e andare avanti verso nuovi orizzonti.”



Potete seguire i Jaguero sui social per restare aggiornati sulle attività della band e sull’uscita dell’EP.
Facebook
Instagram
www.epidemicrecords.net

Epidemic Records da il benvenuto a Jaguero, con membri di Slander, Regarde, La Fortuna.

La punk rock band JAGUERO (con membri di Slander, Regarde, La Fortuna) sta per pubblicare il suo primo singolo “Mild Safari”.

La traccia si immerge profondamente nella fine di una relazione, causata da una partenza imminente. Elaborando collettivamente il tutto durante un fine settimana incasinato, l’unica soluzione sembra essere abbracciare tutte le emozioni e apprezzare davvero quello che si aveva. Basta dire ciò che si pensa in modo puro, e andare avanti verso nuovi orizzonti.

“Mild Safari” è il singolo di debutto della band, ed esce il 25 febbraio per Epidemic Records.

Prodotto da Maurizio Baggio a La Distilleria (Bassano Del Grappa).

Segui Jaguero:
Facebook
Instagram

Gab De La Vega annulla e posticipa il tour in Austria e Germania.

Il cantautore indie punk rock Gab De La Vega è stato costretto a cancellare e posticipare il suo prossimo tour da solista a causa della situazione in corso in Austria e Germania.
Pochi giorni prima di questa decisione, una parte del tour era già stata cancellata a causa delle restrizioni applicate nei Paesi Bassi.
Dopo una richiesta di aiuto sui social media, cercando di salvare ciò che restava del tour e di trovare alcuni concerti last minute in Germania, il tour sembrava essere di nuovo in pista con nuovi concerti.
Ma le cose cambiano molto rapidamente e a volte le novità arrivano da un giorno all’altro.
Alla luce di un nuovo lockdown generalizzato in Austria (dove il primo concerto del tour avrebbe dovuto avvenire, a Innsbruck) e la difficile situazione in corso in Germania, l’unica decisione saggia da prendere è stata quella di cancellare e posticipare il tour.

In un messaggio video sui social media, Gab De La Vega ha detto:
“Un aggiornamento sul prossimo tour. Dopo che alcuni spettacoli in Olanda sono stati cancellati, alcune persone molto gentili si sono messe in contatto con me per organizzare alcuni concerti last minute in Germania. La solidarietà è stata incredibile e ne sono molto grato.
Ma sto seguendo la situazione in corso in Austria e Germania.
Sembra che le cose vadano sempre peggio con il passare dei giorni.
Purtroppo devo prendere la dolorosa decisione di cancellare e rimandare questo tour.
Non credo che la gente parteciperebbe a questi concerti a cuor leggero ed è difficile divertirsi quando intorno a te succedono cose brutte.
Odio annullare gli impegni, specialmente dopo tutto il lavoro messo in questo tour dagli organizzatori e da me. Ma la buona notizia è che la maggior parte di essi ha accettato di riprogrammare in tempi migliori, quando si spera che le cose saranno più facili e che andare in tour in Germania, Austria e Olanda sarà di nuovo divertente e sicuro”.

Il musicista ha appena pubblicato un nuovo singolo acustico che è servito a promuovere i prossimi spettacoli da solista.

Non appena la situazione lo permetterà, gli spettacoli saranno fissati di nuovo, insieme a nuovi tour da solista e con tutta la band.

We Could Be Anything sulle piattaforme digitali:
www.smarturl.com/GabDeLaVegaWCBA

Links:
www.facebook.com/gabdelavegamusic
www.instagram.com/gabdelavegaxvx

Gab De La Vega pubblica il nuovo singolo “We Could Be Anything”. Guarda il video.

644 giorni e una pandemia dopo l’uscita del suo terzo album, il cantautore Gab De La Vega ha pubblicato un nuovo singolo acustico, chiamato “We Could Be Anything”, un inno all’importanza delle relazioni umane.
La canzone è accompagnata da un video musicale che il musicista ha personalmente creato, diretto, montato… ah, e girato… dalla fine all’inizio!

Gab dice: “Volevo girare io stesso un video, qualcosa di semplice ma efficace, che corrispondesse al “mood” della canzone. Così ho deciso di girare dalla fine all’inizio e poi rigirarlo al contrario, per dare al filmato un aspetto particolare e dare un effetto strano alle immagini, che andasse in contrasto con la semplicità del video. Ammetto che non è stato facile come si potrebbe pensare mettere tutto nella giusta sequenza!”.

Gab De La Vega presenta il singolo come una canzone acustica carica di ottimismo e speranza, che viene pubblicato dalla sua etichetta Epidemic Records come singolo digitale su tutte le piattaforme, ma che apparirà anche su una compilation in vinile con altri cantautori internazionali derivanti dalla scuola punk come Jesse Wagner (The Aggrolites), Lenny Lashley (Street Dogs), Path, Finny McConnell (The Mahones) e Vic Ruggiero (The Slackers). La compilation è pubblicata dall’italiana Out of Control Produzioni e dovrebbe vedere la luce nel Dicembre 2021.

Dopo essersi aperto al formato full band e aver pubblicato “Beyond Space And Time” nel Gennaio 2020 (con tempismo poco invidiabile!), Gab De La Vega ha inanellato una serie di concerti con questa formazione, per poi fermarsi… come tutto il mondo ha fatto, del resto, per molto tempo.
Piani, concerti, tour sono andati all’aria, ma Gab è poi riuscito a riprendere le attività live con esibizioni acustiche, un formato che conosce bene, visto che è stato il suo terreno di gioco fin dai primi giorni della sua carriera solista.

In questa cornice arriva “We Could Be Anything”, scritto e registrato in un breve lasso di tempo nel Maggio 2021. Se dovessimo trovare qualcosa di buono in questa pandemia, potrebbe essere l’aver acceso la scintilla di una certa creatività catartica che qualche musicista ha trovato per elaborare ed esorcizzare questo evento.

Gab De La Vega commenta:
“Non ero sicuro che quello che è successo nell’ultimo anno e mezzo avrebbe influenzato il mio songwriting, specialmente nei testi, ma mi ha fatto capire quanto siano importanti le relazioni umane, ancora una volta. Ecco di cosa parla questa canzone. Quando mi sono seduto a scrivere il testo, queste parole sono venute fuori in modo naturale. Mi sa che avevo proprio bisogno di tirare fuori i miei sentimenti e i miei pensieri. Ho cercato di scrivere una canzone “positiva”, semplice e diretta. Mi piace come l’inglese usa “could” sia al passato che al condizionale. Cose che erano e cose in potenziale.
Una sola take per la chitarra e un paio di take per la voce. Un approccio molto semplice e naturale sia nel songwriting che in studio. Volevo che questo brano fosse uno sfogo naturale per i miei sentimenti, spontaneo e semplice, forse anche un po’ “ingenuo”. Dopo tutti questi mesi di preoccupazioni, pensieri pesanti, ecc, avevo bisogno di qualcosa del genere”.

I concerti full band come Gab De La Vega e The Open Cages sono ripresi a fine settembre e altri sono in arrivo; lo stesso vale per le sue performance acustiche, che infatti porteranno Gab De La Vega in Germania a fine novembre / inizio dicembre dopo una manciata di live in Austria a inizio ottobre.

Il 2022 dovrebbe essere l’anno del ritorno dei tour, sia con la band che solisti, a ritmo serrato, ma l’anno in arrivo vedrà anche un nuovo album, al quale Gab De La Vega sta già lavorando.

We Could Be Anything su tutte le piattaforme digitali:
www.smarturl.com/GabDeLaVegaWCBA

Links:
www.facebook.com/gabdelavegamusic

www.instagram.com/gabdelavegaxvx

© 2022 Epidemic Records. All Rights Reserved. P.IVA/VAT 03733930980 | epidemicrecords@hotmail.com | Privacy policy | Cookie policy | Aggiorna le preferenze sui cookie